NICOLA NUNZIATA. COME ESISTE QUELLO CHE ESISTE

ART AROUND, ART AROUND PROGETTI, MOSTRE, PUBLIC ART

a cura di Roberta Valtorta e Matteo Balduzzi

inaugurazione sabato 01.12.12 ore 18:00

Ripercorrendo in molte direzioni il fondo fotografico Viaggio in Italia (l’importante raccolta di 220 fotografie del progetto realizzato da Luigi Ghirri nel 1984, comprendente il lavoro di venti fotografi italiani impegnati nella ridefinizione dell’immagine del paesaggio italiano e contemporaneamente nel rinnovamento dei linguaggi della fotografia italiana – oggi conservata presso il Museo di Fotografia Contemporanea), Nicola Nunziata ha creato un progetto su più livelli.

Ha riflettuto infatti sulla nozione di paesaggio, tra esperienza individuale e collezione pubblica, memoria ed esperienza estetica. Da un lato alcuni mesi fa ha realizzato una serie di affissioni pubbliche a Cinisello Balsamo con le quali ha sparso nel tessuto urbano e diffuso tra i cittadini alcune frasi e pensieri sul paesaggio. Dall’altro ha condotto una personale rilettura delle fotografie degli artisti che hanno partecipato al famoso e ormai mitico progetto, da quelle di Luigi Ghirri stesso a quelle di Olivo Barbieri, Gabriele Basilico, Vincenzo Castella, Giovanni Chiaramonte, Mario Cresci, Vittore Fossati, Carlo Garzia, Guido Guidi, Mimmo Jodice, Gianni Leone, Fulvio Ventura, tra gli altri. Nunziata ha indagato la consistenza delle fotografie originali conservate nell’archivio del Museo, il loro formato, i materiali di cui sono costituite le stampe, la loro superficie, i colori, i segni trovati sul retro delle stampe, le firme degli autori, ogni piccolo particolare che parla della storia e del senso di quelle immagini realizzate tra anni Settanta e primi anni Ottanta. Ha dunque vissuto un incontro con la fisicità di questi oggetti fotografici.

Le “immagini di immagini” di Nicola Nunziata proposte in mostra rappresentano un “viaggio” di tipo concettuale e poetico di tono molto intimo, una interrogazione non solo sul significato del fotografare il paesaggio, ma sul senso stesso dell’atto del fotografare. Nunziata non ha indagato infatti il mondo “reale”, ma il mondo delle immagini, rivivendo queste fotografie così importanti che fanno ormai parte della storia dell’arte in percorsi personali; così facendo ha compiuto una riflessione sui concetti di archivio e di conservazione, ma anche sull’idea di fruizione, di lettura, di interpretazione. Ha viaggiato dentro Viaggio in Italia (un poco alla maniera in cui Luigi Ghirri nel 1973 compì un viaggio mentale sulle pagine dell’atlante), restituendo i suoi pensieri in una sorta di delicato diario.

Come esiste quello che esiste è realizzato nell’ambito di Art Around_immagini per lo spazio pubblico, un percorso nel territorio del Nord Milano che ha visto otto giovani artisti impegnati nella realizzazione di altrettante opere site-specific in otto luoghi della cultura, due convegni, numerosi incontri e workshop tematici.

Il progetto è realizzato con il sostegno di Fondazione Cariplo e il contributo di Fondazione Pirelli, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Camera di Commercio di Milano e Associazione Amici del Museo di Fotografia Contemporanea, e con la partnership tecnologica di Epson, Sony e Pubblistil.

 

 

This content is also available in: Inglese