OMAGGIO A GABRIELE BASILICO

OMAGGIO A GABRIELE BASILICO

separator

L’autore nelle collezioni nelle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea

Omaggio a Gabriele Basilico
L’autore nelle collezioni del Museo di Fotografia Contemporanea

A cura di Roberta Valtorta

La mostra è dedicata a Gabriele Basilico (Milano, 1944-2013), maestro della fotografia contemporanea europea, a tre mesi dalla sua scomparsa. Architetto di formazione, l’autore inizia a fotografare a metà anni Sessanta praticando il reportage, orientandosi poi verso la fotografia documentaria ed elaborando un personale metodo di lettura delle città e delle metropoli, dell’insieme dei manufatti urbano-industriali, del paesaggio nel suo passaggio dall’era industriale a quella postindustriale. La mostra, non propriamente un’antologica, non ha pretese di completezza rispetto alla vastità della sua opera, ma rappresenta una testimonianza del peso che le sue fotografie hanno nelle collezioni del Museo, che ne conserva quasi 1.000. In mostra fotografie del primo periodo (Glasgow, 1969, Milano. Quartieri popolari, 1970-73, Terni, 1976, Dancing in Emilia, 1978, Contact, 1978, In pieno sole, 1978, Milano. Ambiente urbano, 1978-81) e nuclei di alcune ricerche molto importanti: Milano. Ritratti di fabbriche, 1978-80, Bord de mer, 1984-85 (Mission Photographique de la DATAR); Beirut, 1991; Barcellona, Bilbao, Amburgo, Roma, Givors, Cahors, tra anni Ottanta e Novanta; luoghi della Provincia di Milano, 1987-1997 (progetto Archivio dello spazio); Lorenteggio, 1998 (progetto Milano senza confini).

Museo di Fotografia Contemporanea 22 maggio - 6 ottobre 2013

Gabriele Basilico (Milano, 1944 – 2013), architetto di formazione, è uno dei massimi fotografi italiani contemporanei e uno dei più noti a livello internazionale. Da metà anni Settanta dedica la sua instancabile metodica ricerca alla città come organismo complesso e al paesaggio postindustriale in trasformazione.

This post is also available in: Inglese