LA MIA SCUOLA OGGI E' IL MUSEO

IN CORSO, INCONTRI E SEMINARI

Il Servizio educativo ha sviluppato i progetti di Alternanza Scuola -Lavoro con un approccio didattico aperto e flessibile che mira a far vivere agli studenti il Museo a 360° permettendo di entrare nel vivo del lavoro vivendo due settimane fitte di lezioni, incontri e laboratori.
I ragazzi vivono in prima persona le attività lavorative all’interno di una realtà museale e imparano a conoscerne da vicino gli spazi, le funzioni, il patrimonio e le professionalità coinvolte, affiancando a piccoli gruppi i professionisti del MUFOCO per entrare nel vivo dei diversi dipartimenti: archivio, biblioteca, servizio educativo e comunicazione.

Una rubrica raccoglierà le voci e i punti di vista degli studenti durante il percorso di alternanza scuola-lavoro. A inaugurare questa sorta di blog sono alcuni ragazzi della classe 3C dell’ITSOS Albert Steiner di Milano:

Rossana Arnaboldi
“Sono stata per due settimane in alternanza scuola-lavoro al Museo di Fotografia Contemporanea. Il museo mi ha dato la sensazione di essere un posto di lavoro molto accogliente e famigliare, ci sono pochi dipendenti che interagiscono molto tra di loro.
L’ho trovata un’esperienza positiva in quanto mi ha introdotto nell’ambito lavorativo, penso che possa essere importante anche per gli altri ragazzi in quanto permette di conoscere nuovi spazi e una nuova realtà oltre alla vita da studente.
L’impatto che ho avuto il primo giorno di stage non è stato dei migliori, poiché nel momento in cui mi hanno assegnato il lavoro da svolgere ero preoccupata di non essere in grado di non riuscire a eseguirlo; però dopo aver preso confidenza con l’ambiente, con le persone che mi circondavano sono riuscita a svolgere le loro richieste.
I tutor sono stati molto disponibili nel seguire il nostro percorso e nel fornirci le indicazioni necessarie, ma sfortunatamente, la mia tutor a causa dei suoi impegni lavorativi non riusciva a passare gran parte del tempo con noi.
Mi sarebbe piaciuto conoscere in maniera più approfondita altri ruoli all’interno del museo come ad esempio il compito del curatore.
Quest’esperienza mi ha aiutato a familiarizzare con un ambiente a me nuovo, il museo. Ho visto il lavoro che c’è alle spalle di un’esposizione in un museo e questo mi ha colpito molto.
In conclusione quest’esperienza mi è servita molto e inoltre ho avuto la possibilità di dare uno sguardo a quello che potrebbe riservarmi il futuro”.

Federico Summo
“In queste due settimane dal 20 novembre all’1 dicembre sono stato in alternanza scuola-lavoro al Museo di Fotografia Contemporanea. Il primo giorno Diletta ci ha mostrato gli spazi del museo e ci ha spiegato i compiti dei vari dipartimenti. Ho scelto di lavorare per l’ufficio stampa e la mia tutor Carolina ogni giorno ci ha assegnato compiti differenti, tra cui sistemare volantini, ricercare quali attività richiedessero la partecipazione dei giovani all’interno di un museo e con una presentazione abbiamo esposto il lavoro svolto in queste due settimane.
Ho apprezzato queste due settimane perchè mi hanno introdotto nell’ambito lavorativo, le ho trovate molto utili in quanto mi sono fatto un’idea di tutto il lavoro che c’è dietro una mostra”.

Andrea Tafel
“Dal 20 novembre stiamo svolgendo un percorso di alternanza scuola lavoro presso il Museo di Fotografia Contemporanea. Nei primi giorni abbiamo ordinato i volantini e fatto le foto ai libri donati per la pagina Facebook. Poi dalla fine di settimana scorsa abbiamo iniziato il progetto sui giovani. In queste 2 settimane siamo anche andati alla Triennale a vedere delle opere e una conferenza.
Quando ho scelto l’ufficio stampa mi aspettavo di fare determinate cose, durante l’alternanza giustamente non abbiamo fatto tutto quello che fa l’ufficio stampa ma comunque questa esperienza ha soddisfatto le mie aspettative. In conclusione questa esperienza mi è servita per capire, a grandi linee, come funziona il mondo lavorativo e quello che accade dietro le attività che svolge il museo e i vari reparti che ci lavorano”.